RSS

Nell’Abbazia di San Nilo (Grottaferrata, Roma) gli speleologi scompigliano l’ascesi monastica.

21 Mag

E’ ora disponibile la versione integrale del documentario girato in occasione delle esplorazioni. https://www.youtube.com/watch?v=VOuDxp_uB4A#action=share

CRS EGERIA SPELEOLOGICAL BLOG

Nell’anno 1004 un gruppo di monaci basiliani discepoli del venerando Nilo da Rossano raggiunse la Valle Molara, sui colli Tuscolani. Nelle vicinanze sorgevano i ruderi di una villa romana, fra i quali un basso edificio in opus quadratum, cella sepolcrale di epoca repubblicana adibita a partire dal V secolo ad oratorio cristiano. Il piccolo ambiente conservava ancora alle finestre le inferriate di epoca romana (la Cripta Ferrata) ed in questo luogo decisero di edificare il monastero che darà il nome al centro urbano di Grottaferrata, che nei secoli successivi si svilupperà a ridosso dell’Abbazia.

Pur nel costante impegno di fondazione e divulgazione i monaci non rinunciarono a lunghi periodi di vita solitaria e contemplativa. In particolare Nilo, che visse la maggior parte della sua vita in solitudine seguendo la regola basiliana, che conferì anche a tutti i suoi monasteri, modificata secondo la rigida tendenza all’ascesi che gli era propria.

View original post 453 altre parole

 
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: