RSS

Roma. A Crustumerium il ratto delle sabine e l’acquedotto riscoperto. Rome. At Crustumerium the kidnapping of Sabine women and the rediscovered acqueduct.

18 Ago

Multi mortales conuenere, studio etiam uidendae nouae urbis, maxime proximi quique, Caeninenses, Crustumin, Antemnates… (Tito Livio)

Lo Stato romano era così forte da poter tenere fronte a qualsiasi popolazione confinante, ma la penuria di donne avrebbe limitato la sua grandezza ad una sola generazione. Fu per questo che i Romani, dopo aver vanamente tentato di convincere con le buone le popolazioni confinanti ad unire “il sangue e le stirpi” ricorsero ad un gesto efferato. Invitarono a Roma Ceninesi, Crustumini ed Antenati con il pretesto di celebrare ludi solenni in onore di Nettuno e rapirono le fanciulle. Le popolazioni colpite dall’oltraggio si raccolsero sdegnate intorno al re dei Sabini Tito Tazio ma, non sopportando la sua lentezza decisionale, tentarono di accorciare i tempi affrontando isolate Roma.

The Roman state was strong enough to face any neighbouring population, but the scarcity of women would have limited its grandeur to one generation only.For this reason the Romans, after having endeavoured to convince with persuasion the neighbouring populations to mix “blood and stock”, resorted to a brutal action. They invited in Rome the inhabitants of Caeninum, Crustumerium and Atemnae, with the excuse of celebrating solemn games in honour of Neptune, and kidnapped the maidens. The populations hurt by the offense gathered around the king of the Sabines Titus Tatius but, not tolerating his slowness to act, hurried up to confront Rome separately.

Furono immediatamente fermate e risparmiate dalla distruzione solo per intervento delle fanciulle rapite, che rivolgendosi ad Ersilia (moglie di Romolo) affinché i propri genitori venissero perdonati, riuscirono ad ottenere la grazia. Antemnatium e Crustumerium furono  trasformate in colonie e fu questa, probabilmente, la fine della vita autonoma dell’insediamento preso in esame, oggi vasto prato ricadente nel territorio del quartiere della Bufalotta, situato all’estrema periferia nord-est della città.

They were immediately stopped and saved from destruction only by the intervention of the kinapped girls; they addressed Ersilia (Romolo’s wife) and pleaded for their parents, obtaining the pardon for them. Antemnae and Crustumerium were transformed into colonies, and this likely was the end of the independent existence of the settlement we are talking of: today it is a wide meadowland in the territory in the Bufalotta district, at the extreme north-eastern outskirts of Rome.

Difficile sapere se la fine sia stata realmente causata dalla reazione al “ratto delle sabine” compiuto da Roma, o piuttosto da imputare ad errata valutazione politica, sfociata in alleanze sbagliate. Sta di fatto che la popolazione di Crustumerium nell’VIII secolo a.C. era stimata in circa 20.000 abitanti, come attestano gli scavi archeologici condotti in zona, che hanno portato alla luce innumerevoli sepolture.

 In collaborazione con il Gruppo Archeologico del DLF di Roma sono state rivisitate le cavità già note, scoperte ed esplorate tre nuove strutture idrauliche ed alcuni pozzi situati sulla destra idrografica del Fosso Formicola. Si tratta dell’Acquedotto Grazioli, di un cunicolo idraulico allagato (esplorato dopo lo svuotamento) e di un condotto idraulico raggiunto ed esplorato con calata in parete (probabili cunicoli di drenaggio).
Vedi Catasto Nazionale Cavità Artificiali: Lazio – CA209LaRM, CA210LaRM, CA211LARM. (Copyright CRSE).

Together with the Archeologic Group of DLF of Rome, we have revisited the already known cavities, discovered and explored three new hydraulic structures and some shafts on the right side of the Formicola streamlet. We are dealing with the Grazioli acqueduct, a flooded hydraulic cuniculus (explored after its emptying) and a hydraulic duct which could be reached and explored descending a wall (likely, drainage tunnels). See the National Cadastre of Artificial cavities, Latium-CA209LaRM, CA210LaRM, CA211LaRM.

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 risposte a “Roma. A Crustumerium il ratto delle sabine e l’acquedotto riscoperto. Rome. At Crustumerium the kidnapping of Sabine women and the rediscovered acqueduct.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: